Pensiero del giorno di Martedì 12 Febbraio 2019

Il paradiso non è un luogo da favola,

e nemmeno un giardino incantato.

Il paradiso è l’abbraccio con Dio, Amore infinito,

e ci entriamo grazie a Gesù, che è morto in croce per noi.

Dove c’è Gesù, c’è la misericordia e la felicità;

senza di Lui c’è il freddo e la tenebra.

Nell’ora della morte, il cristiano ripete a Gesù: “Ricordati di me”.

E se anche non ci fosse più nessuno che si ricorda di noi,

Gesù è lì, accanto a noi.

Vuole portarci nel posto più bello che esiste.

Ci vuole portare là con quel poco o tanto di bene che c’è stato nella nostra vita,

perché nulla vada perduto di ciò che Lui aveva già redento.

E nella casa del Padre porterà anche tutto ciò che in noi ha ancora bisogno di riscatto:

le mancanze e gli sbagli di un’intera vita.

È questa la meta della nostra esistenza: che tutto si compia,

e venga trasformato in amore.
Papa Francesco

Precedente MAGISTERO DELLA CHIESA: UDIENZA GENERALE DI PAPA FRANCESCO Successivo MAGISTERO DELLA CHIESA: UDIENZA GENERALE DI PAPA FRANCESCO: Mercoledì, 13 febbraio 2019